Cosa Offriamo

MCC/LEGGE 662-96

 

COFIDI.IT soc. coop. è stato autorizzato dal Consiglio di Gestione del Fondo centrale di garanzia in base alla parte XVI delle Disposizioni operative, approvate con decreto dal Ministero dello sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze del 12 febbraio 2019, relativo all'approvazione delle condizioni di ammissibilità e delle disposizioni di carattere generale per le operazioni finanziarie a rischio tripartito.

COFIDI.IT è tra i primi confidi autorizzati contestualmente all'entrata in vigore della riforma.

Dal 15 marzo sono in vigore le nuove Disposizioni operative che danno attuazione alla riforma del Fondo di Garanzia (decreto interministeriale del 6 marzo 2017). Tra le principali novità si segnala la ridefinizione delle modalità d'intervento che vengono articolate in garanzia diretta, riassicurazione e controgaranzia, l'applicazione all'intera operatività del Fondo del modello di valutazione basato sulla probabilità di inadempimento delle imprese beneficiarie, la riorganizzazione delle misure di copertura e di importo massimo garantito, l'introduzione delle operazioni a rischio tripartito.

La riforma per l'accesso al Fondo Centrale di Garanzia, per brevità indicato anche MCC, a differenza della precedente versione, prevede la destinazione di maggiori risorse alle imprese che pur "sane" hanno maggiori esigenze nella gestione finanziaria: con l'attestazione riconosciuta di ‘Confidi Autorizzato' si semplifica e facilita la possibilità di accesso al credito, a costi minori, delle PMI con il contestuale beneficio degli istituti di credito che possono godere di una ponderazione del 100% sui finanziamenti garantiti da Confidi.

Il nuovo Fondo di Garanzia – MCC prevede una ulteriore e importante novità: si tratta dell'introduzione delle operazioni finanziarie a rischio tripartito, che permettono di rendere più snello e rapido l'accesso al Fondo per le operazioni di importo fino a 120.000 euro: con queste operazioni il rischio è ripartito con criterio di parità tra Fondo di garanzia, banca e confidi autorizzato.

Inoltre è previsto l'innalzamento dell'importo massimo finanziabile da € 25.000 a € 35.000 per le operazioni di "importo ridotto" senza valutazione attraverso rating del Fondo.

www.fondidigaranzia.it